Claudia Vitelli, Coordinatrice pedagogica del Nido d’infanzia “Totem”

on

Partecipando con i miei bimbi ad un incontro di BimboTeatro a cura di TeatroLab ho avuto l’ennesima conferma dell’importanza di questo strumento didattico/artistico. Il teatro è il luogo dove mettersi in gioco, esplorarsi, dove cercare nuove forme di comunicazione e dove giocare. Il gioco, strumento privilegiato per l’apprendimento, diventa gioco teatrale, diventa occasione di stimolo e di miglioramento dell’espressività linguistica, corporea e relazionale: i piccoli nel laboratorio teatro hanno modo di implementare le competenze lessicali, ma anche di aumentare la padronanza dei movimenti e migliorare la collaborazione e la relazione con gli altri. Il momento del laboratorio di teatro ormai per miei bambini è diventato momento di scoperta ed espansione di sé, di incontro con se stessi e con gli altri in un mondo nuovo più libero dove possono manifestare sentimenti ed emozioni che in altre occasioni rimangono bloccati dentro di loro. È bellissimo vedere come quei bambini che spesso rimangono in disparte e non riescono ad esprimere le proprie emozioni, attraverso la finzione teatrale mettono in gioco i propri sentimenti o, al contrario, osservare come quei bambini che a volte mostrano comportamenti difficili, riescono a modificare il loro agito seguendo la trama della storia e rispettando il proprio turno.
Il laboratorio teatrale si conferma come spazio privilegiato dove liberare le immense potenzialità espressive verbali e corporee dei bambini e dove poter migliorare le loro capacità relazionali, ma anche momento magico scandito da rituali che trasportano i piccoli in uno spazio e un tempo “altro” dove liberare la propria fantasia e sconfiggere le proprie paure.